header5

Casa Rodari

Liberamente tratto dalle opere di Gianni Rodari

Già negli anni 60 in una sua intervista Rodari parlava del fatto che i genitori leggono sempre meno ai propri figli o meglio, raccontano loro sempre meno le fiabe, favole, o racconti.

Ma Rodari non lo vede come una particolare perdita per i ragazzi che, dice ai tempi, “hanno i fumetti, la televisione ecc”, lista di gran lunga ampliata con l’avvento della rete, bensì  per i genitori che perdono la possibilità di stare con i  propri figli e parlare del mondo, della realtà ma non entrando dalla porta bensì  dalla finestra, dal camino ecc.

 

Gianni Rodari ha sempre scritto di personaggi inventati, quelli reali a suo dire sono un po’ noiosi, ma quello che ci siamo chiesti e: Come nascono i personaggi delle sue storie? Da dove li tira fuori? Quanto e in che modo il mondo reale,  che lo circondava mentre scriveva, ha influito sulla trama e sulle caratteristiche dei personaggi delle sue storie. Nessuno ci poteva dare una risposta ed’ allora ce la siamo inventata. Con la fantasia siamo entrati (dalla finestra o dal camino) nella casa di Rodari in  una giornata qualsiasi e l’abbiamo trovato lì alla scrivania con la sua macchina da scrivere intento a scrivere una storia, ci sembrava un po in difficoltà, ma poi suonò il campanello non sapevamo chi doveva entrare e così ci siamo inventati anche questo, come forse avrebbe fatto Rodari o forse no.

Progetto d'autore: Teodor Tiani, Luka Juričić

Scena: Lena Modrušan

Costumi: Valentina Ferlin Živić

Musiche: Teodor Tiani

Coreografie: Katja Rabar

 

Durata: 30 minuti

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Medijski pokrovitelji

Ova web stranica koristi kolačiće

Ova web stranica koristi kolačiće radi što boljeg iskustva posjetitelja stranice. Klikom na poveznicu 'Informacije' saznajte više o kolačićima. Klikom na poveznicu 'Prihvaćam' potvrđujete prihvaćanje kolačića na ovim stranicama.